Terapia del dolore – TENS

TENS - Elettrostimolazione nervosa di Beurer

Dispositivi TENS per il trattamento del dolore

Gli elettrodi possono essere applicati in varie parti del corpo in cui gli stimoli elettrici risultano innocui e praticamente indolori. Il trattamento con corrente di stimolazione per mezzo dei dispositivi TENS attiva i meccanismi antidolorifici del corpo e viene quindi utilizzato nell'ambito della terapia del dolore.

TENS/EMS digitale

EM 80 3-in-1

  • Terapia del dolore (TENS)
  • Stimolazione muscolare (EMS)
  • Relax e massaggio

TENS/EMS wireless con telecomando

EM 70 Wireless

  • Terapia del dolore (TENS)
  • Stimolazione muscolare (EMS)
  • Funzione Relax e massaggio
  • Incl. Telecomando per il comando

TENS/EMS digitali con funzione di riscaldamento

EM 59 Heat

  • Terapia del dolore (TENS)
  • Stimolazione muscolare (EMS)
  • Funzione di riscaldamento
  • Funzione relax e massaggio

Menstrual Relax

EM 55 Menstrual Relax+

  • Consente di alleviare i dolori mestruali e i dolori provocati dall'endometriosi
  • Combinazione di TENS e calore
  • Forma e superficie riscaldante più ampie, per un maggiore calore

Menstrual Relax

EM 50 Menstrual Relax

  • È in grado di lenire i dolori mestruali e da endometriosi
  • Combinazione di calore e TENS
  • Riutilizzabile
  • Con batteria ricaricabile

TENS/EMS digitale

EM 49

  • Terapia del dolore (TENS)
  • Stimolazione muscolare (EMS)
  • Funzione relax e massaggio

TENS per ginocchia e gomiti

EM 29 2-in-1

  • Elettrostimolazione TENS
  • Da utilizzare in caso di dolori a ginocchia/gomiti
  • Elettrodi di contatto con acqua resistenti all'usura in carbonio conduttore, semplici da usare

Apparecchio TENS per polso/avambraccio

EM 28

  • Da utilizzare in caso di dolori all'articolazione tibio-sacrale
  • Manicotto per articolazione tibio-sacrale regolabile con chiusura a strappo
  • 2 elettrodi di contatto resistenti all'usura in carbone conduttore
  • Nessun gel di contatto o elettrodi sostitutivi necessari (elettrodi di contatto con acqua)

Apparecchio TENS per articolazione tibio-sacrale

EM 27

  • Da utilizzare applicato all'articolazione tibio-sacrale
  • Manicotto per articolazione tibio-sacrale regolabile con chiusura a strappo
  • 2 elettrodi di contatto resistenti all'usura in carbone conduttore
  • Nessun gel di contatto o elettrodi sostitutivi necessari (elettrodi di contatto con acqua)

TENS per spalle

EM 26

  • Terapia del dolore (TENS)
  • Elettrodi di contatto con acqua resistenti all'usura, semplice utilizzo
  • Per l'impiego in caso di dolore alle spalle

Consumabili & Accessori

Ricambio

Kit di postvendita elettrodi piccoli

  • Adatto per l'impiego con EM 40, EM 41, EM 41.1, EM 49, EM 80, EM 95

Ricambio

Kit di postvendita elettrodi grande

  • Adatto per l'impiego con EM 40, EM 41, EM 41.1, EM 49, EM 80

Accessori

EM 40, EM 80 - Cavo di alimentazione

  • Cavo di alimentazione compatibile con EM 40 ed EM 80

Accessori

Kit di postvendita EM 70 Wireless

  • 2 pad grandi: 190 x 95 mm
  • 2 pad medi: 110 x 75 mm
  • 4 pad piccoli: 50 x 50 mm

Accessori

Kit di postvendita EM 59 Heat

  • Dimensioni: 45 x 45 mm
  • 8 pad gel autoadesivi

Accessori

EM 55 Kit di postvendita Menstrual Relax+

  • 3 set di film gel
  • Utilizzabile con Menstrual Relax+ EM 55

Accessori

EM 50 Kit di postvendita Menstrual Relax

  • 3 set di film gel
  • Utilizzabile con Menstrual Relax EM 50

Accessori

EM 41, EM 49 - Cavi di alimentazione di Beurer

  • Cavi di alimentazione compatibile con EM 41 ed EM 49

 

Dispositivi TENS per il trattamento del dolore muscolare

Il dolore può avere molte cause e spesso è molto difficile da sopportare imparando a conviverci. L'elettrostimolazione TENS può aiutare ad alleviare il dolore muscolare e a migliorare la qualità di vita. I dispositivi TENS consentono, infatti, di trattare il dolore senza dover ricorrere a farmaci potenti.

 

Che cos'è la TENS?

TENS sta per "elettrostimolazione nervosa transcutanea" ed è una forma di elettrostimolazione. I nervi vengono stimolati attraverso la pelle. I dispositivi TENS vengono quindi spesso utilizzati per favorire un'azione lenitiva dal dolore.

La procedura se utilizzata correttamente, è approvata come metodo clinicamente efficace. Molti prodotti per la TENS, come anche i dispositivi TENS di Beurer, sono piccoli e maneggevoli e possono essere utilizzati per l'autotrattamento a casa.

EM 70 applicazione maschio

Come funziona un dispositivo TENS e come si utilizza correttamente?

 

Funzionamento

Il dispositivo TENS utilizza impulsi elettrici per alleviare il dolore. Invia piccoli impulsi di corrente attraverso la pelle che bloccano i recettori del dolore consentendo di ridurlo. L'effetto lenitivo del dolore si ottiene, tra l'altro, inibendo la trasmissione del dolore attraverso le fibre nervose. Ciò riguarda soprattutto gli impulsi ad alta frequenza. Allo stesso tempo, viene aumentata la secrezione di endorfine corporee che riducono la sensazione di dolore agendo sul sistema nervoso centrale. Il metodo è dimostrato scientificamente e autorizzato a livello medico.

Utilizzo dell'elettrostimolazione TENS

Se desideri utilizzare correttamente i dispositivi TENS, ti consigliamo prima di tutto di leggere attentamente le istruzioni per l'uso del prodotto specifico.

Quindi applica con cura i pad adesivi in gel sugli elettrodi e rimuovi con cautela la pellicola protettiva. Assicurati che il bordo del pad gel non sporga dall'elettrodo. L'applicazione dei pad gel non a filo con gli elettrodi non ha alcun effetto sul funzionamento.

Quindi applica gli elettrodi sul punto del corpo interessato e accendi il dispositivo. Gli elettrodi devono essere applicati sulla pelle pulita e asciutta. L'applicazione su ferite aperte o cicatrici va evitato. Infine, assicurati che gli elettrodi siano posizionati correttamente.

Nel passaggio successivo puoi selezionare un programma e iniziare il trattamento. Assicurati che l'intensità sia impostata su un livello piacevole. L'intensità può essere regolata a seconda della sensazione di dolore, ti consigliamo di procedere per gradi, senza fretta.

Attenzione! Qualsiasi quadro clinico che renda opportuno l'utilizzo della TENS deve essere chiarito con il proprio medico curante che potrà dare tutte le necessarie informazioni sull'utilità dell'autotrattamento tramite TENS.

Posizionamento degli elettrodi

Il posizionamento corretto degli elettrodi è importante per ottenere il risultato desiderato. Si consiglia pertanto di concordare con il proprio medico le posizioni ottimali degli elettrodi nel campo dell'applicazione corrispondente.

Distanza fra gli elettrodi

Più grande è la distanza fra gli elettrodi, maggiore è il volume di tessuto muscolare stimolato. Ciò vale per l'area e la profondità del volume tissutale. Una maggiore distanza fra gli elettrodi riduce però l'intensità di stimolazione del tessuto. Ciò significa che scegliendo la distanza maggiore fra gli elettrodi viene stimolato un volume tissutale maggiore, ma con minore intensità. Per aumentare la stimolazione, è quindi necessario aumentare l'intensità degli impulsi.

Per la scelta delle distanze fra gli elettrodi vale la seguente regola:

  • Distanza consigliata: circa 5   –15 cm,
  • con una distanza inferiore a 5 cm vengono fortemente stimolate in primo luogo le strutture superficiali
  • con una distanza superiore a 15 cm la stimolazione delle strutture di grande estensione e profonde è molto leggera

Rapporto tra elettrodi e direzione delle fibre muscolari

La scelta della direzione del flusso di corrente deve essere adattata alla direzione delle fibre dello strato di muscoli che si desidera trattare. Se devono essere raggiunti muscoli superficiali, collocare gli elettrodi parallelamente alla direzione delle fibre (A–B/C–D). Se invece si desidera raggiungere strati tissutali profondi, gli elettrodi devono essere collocati trasversalmente rispetto alla direzione delle fibre. Quest'ultima disposizione può essere ottenuta ad es. tramite la disposizione trasversale (= incrociata) degli elettrodi, ad es. A–D/B–C.

Posizionamento degli elettrodi Unità TENS beurer

Per quanto tempo devo utilizzare la TENS e con quale frequenza?

La durata e la frequenza di utilizzo di un dispositivo TENS dipendono dal tipo e dall'intensità del dolore. Per un'efficacia ottimale si consiglia di utilizzare il dispositivo TENS regolarmente. Prima di utilizzare un dispositivo TENS è importante farsi consigliare da un medico o un terapeuta. Questi ti aiuteranno stabilire l'utilizzo e il dosaggio più efficaci.

Su quali parti del corpo è possibile utilizzare un dispositivo TENS?

Un dispositivo TENS può essere utilizzato per diverse parti del corpo per alleviare il dolore:

  • Schiena
  • Nuca
  • Spalle
  • Ginocchia
  • Fianchi
  • Piedi
  • Mani e braccia
  • Addome
  • Cosce e gambe
  • Viso e testa (per alcuni tipi di dolore e dispositivi)

È importante notare che alcuni dispositivi TENS sono stati sviluppati per aree del corpo specifiche, mentre altri possono essere utilizzati in modo universale. Pertanto ti consigliamo di leggere attentamente le istruzioni per l'uso prima dell'utilizzo. Si consiglia inoltre di consultare il medico curante o il terapeuta.

Applicazione EM 70 gamba femmina

 

Quali tipi di dolore è in grado di trattare la TENS?

Il dispositivo TENS è clinicamente testato e autorizzato nei seguenti casi:

  • Dolori alla schiena, in particolare alle vertebre lombari e alla cervicale
  • Dolori alle articolazioni (ad esempio, ginocchia, anche, spalle)
  • Nevralgie
  • Dolori mestruali
  • Dolori dovuti a lesioni dell'apparato motorio
  • Dolori legati a problemi di vascolarizzazione
  • Dolori cronici di varia natura

 

Qual è la differenza tra un dispositivo TENS e un dispositivo EMS?

TENS ed EMS sono due tecnologie di elettrostimolazione diverse.

TENS

TENS è l'abbreviazione di elettrostimolazione nervosa transcutanea e mira a lenire il dolore inviando impulsi elettrici alle estremità nervose nella pelle. Questo stimola il sistema nervoso bloccando l'ingresso del dolore nel cervello.

EMS

EMS è l'abbreviazione di elettrostimolazione muscolare e viene utilizzata per stimolare, allungare e rafforzare il tessuto muscolare in ambito fitness. I dispositivi EMS emettono impulsi elettrici che stimolano il tessuto muscolare a contrarsi. Questo migliora la circolazione e aiuta a rafforzare e riabilitare i muscoli indeboliti.

Dispositivi combinati TENS/EMS

Grazie al funzionamento simile basato sull'elettroterapia, nell'assortimento Beurer trovi dispositivi combinati adatti sia per il trattamento TENS che per la stimolazione muscolare EMS.

Differenze nel posizionamento degli elettrodi

Nella TENS gli elettrodi vengono generalmente posizionati intorno all'area dolorante per agire sui nervi nello strato cutaneo. Nell'elettrostimolazione EMS gli elettrodi vengono applicati direttamente sul muscolo da trattare.

Differenze di frequenza e intensità

La TENS utilizza frequenze più basse e intensità più elevate (per raggiungere la soglia del dolore), mentre l'EMS utilizza frequenze più elevate e intensità più basse per raggiungere le contrazioni muscolari.

Differenze nella durata di utilizzo

La TENS può essere utilizzata per lunghi periodi di tempo (fino a diverse ore al giorno), mentre l'EMS viene generalmente utilizzata per periodi più brevi (fino a 20-30 minuti al giorno).