.

1920

1930

1940

1950

1960

1970

1980

1990

2000

2010
.
1919

Käthe ed Eugen Beurer vivevano in condizioni di miseria nel lontano 1919 in Frauenstraße 57 a Ulm. Tuttavia, la coppia, e in particolare Käthe Beurer, aveva un'idea, una visione, che le dava la forza di andare avanti. In alternativa, alle allora diffuse borse dell'acqua calda per scaldarsi e scaldare il letto, in futuro le persone dovevano poter utilizzare termofori elettrici. In tempi in cui il riscaldamento centralizzato non faceva ancora parte della dotazione standard delle abitazioni, si trattava di un'invenzione assai utile. Heinrich Stanger, originario di Reutling, aveva scoperto la produzione di termofori negli USA e dopo il ritorno a Ulm nel 1908 aveva iniziato a produrre i primi modelli in Germania. Il relativo know-how era quindi disponibile, quando nel 1919 Käthe Beurer si lanciò insieme a suo marito nella libera professione. Nonostante le condizioni avverse, venne avviata la "produzione", sebbene dapprima su scala modesta. Con due macchine da cucire vennero realizzati in camera da letto i primi apparecchi.

1923

A causa della forte inflazione, l'azienda si trovò a un passo dal baratro.

1924

Eugen e Käthe Beurer erano convinti del proprio prodotto e proseguirono con la loro visione.

1927

L'imprenditore Hermann Bantleon fece il suo ingresso nella giovane ditta, evento a cui seguì l'iscrizione nel registro delle imprese.

1930

Alla fine degli anni Venti venne scelta come logo la testa di gatto. ! "Ist Dir`s kalt auf der Matratze, nimm das Kissen mit der Katze!" (Se sul materasso fa freddino, prendi il termoforo con il gattino!) Questo lo slogan con cui Beurer dal 1930 si rivolse ai potenziali clienti in modo aggressivo e tuttavia spiritoso. Il gatto come logo riuniva in sé tutte le caratteristiche che ci si aspettava dai prodotti dell'allora ancora giovane azienda. Calore, comodità e benessere erano le sensazioni che i proprietari di un termoforo Beurer dovevano provare. A questo punto, il vero gatto sulle ginocchia era diventato un po' obsoleto. Altri attributi a valore aggiunto del morbido amico a quattro zampe erano fiducia, amore per il focolare domestico e affidabilità, che divennero sinonimo dei prodotti Beurer. La testa del gatto caratterizzerà l'immagine di Beurer per circa 70 anni.

Schriftzug mit Katze

1931

Eugen Beurer fece brevettare il termostato e l'installazione del termostato, gettando così le basi per il termoforo che regola il calore.

1933

Hermann Bantleon lasciò la società.

1934

Dopo un difficile inizio, i primi successi e i primi fallimenti, nel 1934 Beurer festeggiò il quindicesimo anno di attività. L'anniversario contrassegnò allo stesso tempo
una svolta innovativa per l'ancora giovane azienda. All'età di 22 anni, Bernhard Beurer, figlio della coppia di fondatori, entrò nella società e animò gli affari con il tipico slancio giovanile. Mentre a Ulm proseguiva la zelante produzione di termofori, Bernhard viaggiò per tutto il paese e divenne così un "portento delle vendite". Favorita dalla buona
congiuntura economica e dall'estesa attitudine al viaggio del giovane Beurer, l'azienda visse una rapida ascesa.

1939

Con il cambio generazionale, Beurer fece un grande salto in avanti. Nel 1935 lavoravano in azienda già 100 collaboratori. L'estesa
attitudine al viaggio di Bernhard Beurer pose le basi per una distribuzione di successo e la crescita del marchio. Ancora prima della guerra, la produzione dovette essere aumentata, di conseguenza l'azienda si trasferì in Söflinger Straße in un ex ristorante di Ulm, dove tutt'oggi Beurer ha la sua sede principale.

1940

Beurer partecipò alla produzione bellica e realizzò speciali indumenti termici per i piloti.

1943

Durante la seconda guerra mondiale, Beurer produsse fino al 1943 anche per scopi bellici. Alla fine del 1943, la produzione venne interrotta, in quanto i prodotti per riscaldarsi durante la guerra erano meno importanti.

1944

La città natale dell'azienda non venne certo risparmiata dalle gravi conseguenze dei bombardamenti degli Alleati sempre più intensi sul finire della guerra. Essendo uno dei centri più importanti dell'industria degli armamenti tedesca, la città era il bersaglio preferito dei bombardamenti che divennero sempre più forti a partire dal 1944 e cominciarono anche durante il giorno nella primavera dello stesso anno. L'attacco peggiore ebbe luogo il 17 dicembre 1944. In totale 1500 tonnellate di bombe dirompenti e incendiarie trasformarono la città di Ulm in un mare di fiamme.

1945

Nel 1945 l'intera sede di Söflingen fu ridotta in cenere, preziose macchine e materie prime furono distrutte e in un primo momento sembrava che ripartire fosse impossibile. Ma lo spirito imprenditoriale della famiglia Beurer, così come quello di molte medie imprese tedesche, non fu scalfito e così la ricostruzione dello stabilimento Beurer iniziò immediatamente dopo la fine del conflitto. Già nello stesso anno la prima seppur limitata produzione fu ripresa.

1949

Beurer investì in modo massiccio nella pubblicità e nel marketing.

1950

Per la prima volta, partecipò alla fiera di Hannover con un proprio stand.

1952

Introduzione della termocoperta Beurer in Germania

1953

Seguì il brevetto per un termoregolatore continuo. Nello stesso anno iniziò la produzione degli scaldaletto. Dopo un avvio stentato, divenne sempre più il prodotto di punta. Beurer presentò moderni ferri da stiro, i cosiddetti "ferri da stiro rapidi".

1954

Nuova costruzione della fabbrica in Söflinger Str. 218

Neubau 1954

1958

Beurer comparve sull'annuario "Die westdeutsche Wirtschaft und ihre führenden Männer" (L'economia della Germania occidentale e i suoi uomini leader) del Land Baden-Württemberg.

Arbeiterinnen 1958

1963

A causa della mancanza di spazio in Söflinger Straße, venne costruita una succursale a Uttenweiler! Con 400 collaboratori venne registrato un fatturato di 6,5 milioni di marchi tedeschi.

Beurer Lastwagen 1963

1967

Hans-Dieter Bühler, genero di Bernhard Beurer, entrò in azienda come rappresentante della terza generazione.

1969

Festeggiamenti in occasione del cinquantesimo anniversario della società con il cantante di jodel Franz Lang e il cabarettista bavarese Georg Blädel! Beurer investì in numerose nuove macchine di produzione! Cooperazione con la società di Stoccarda Progress con conseguente estensione della rete di distribuzione.

Fertigung 1969

1970

Käthe Beurer muore a Ulm

1972

Con 300 collaboratori vengono prodotti termofori e termocoperte, scaldacaffè, scaldapiatti e anche indumenti protettivi riscaldati per chi lavora al freddo. Erich Deuser, fisioterapista della nazionale di calcio tedesca, sceglie il termoforo Rheumatherm-Vario di Beurer.

1973

Eugen Beurer muore a Ulm, Bernhard Beurer assume da solo la dirigenza

1974

Acquisto della società Hadi, produttrice di prodotti termici

1976

Beurer presentò i propri prodotti alla fiera "Prodotti industriali tedeschi" di Mosca

1978

Introduzione di scaldaletto rapidi controllati da microprocessore e monitorati con cavo di segnale

1979

Sviluppo del primo termoforo per la zona della cervicale

Nacken Heizkissen

1981

Inizio della collaborazione con rappresentanti commerciali dell'intera area della BRD

1985

L'importatore olandese Martex divenne filiale di distribuzione

1986

Invenzione dell'arresto automatico per i prodotti termici

1987

Quando Beurer all'inizio degli anni Ottanta poteva vantare una quota di mercato notevole (ca. 75%) nel settore dei prodotti termici, la domanda per questo segmento era stagnante. Per contrastare questa situazione, Beurer integrò l'assortimento con altri nuovi prodotti, che non appartenevano alla sfera del riscaldamento per il benessere. L'ampliamento dell'assortimento fu trainato in modo determinante dal Dr. Hans-Dieter Bühler. La nuova categoria venne battezzata "BodyFit" con uno sguardo al futuro. All'epoca vi appartenevano apparecchi per massaggi, lampade a infrarossi e misuratori di pressione. Da notare, in particolare, che Eberhard Gienger, campione mondiale di sbarra, nel 1987 divenne il nuovo testimonial della linea BodyFit. Nel corso degli anni "BodyFit" crebbe sempre più vertiginosamente e anche se il nome non esiste più da molto tempo, i prodotti di questo settore costituiscono il 70% del fatturato odierno.

1988

Introduzione dei misuratori di pressione e dei termometri per febbre

1990

Beurer è leader in Germania nel settore del "riscaldamento per il benessere". Quote di mercato in crescita nell'area europea.

1991

Nuovo posizionamento di "BodyFit" in direzione del "wellness"

1992

Costruzione dello stabilimento produttivo di Veszprém, Ungheria e della filiale di distribuzione di Boneco, Vienna. Introduzione degli apparecchi per la climatizzazione degli ambienti! !
Il marchio della testa di gatto prestò il suo devoto servizio fino all'inizio degli anni Novanta su cartelloni, flyer, cataloghi; fu la mascotte di Beurer e un amato membro della famiglia in molte case. Beurer si separò definitivamente dopo ca. 70 anni dal marchio della testa di gatto. Il motivo di questa separazione fu l'ampliamento dell'assortimento intrapreso in questo periodo, che ora comprendeva molti gruppi di prodotti che non avevano più un collegamento diretto con l'animale.

1994

Acquisizione del leader di mercato olandese Inventum

1996

Acquisizione del fino ad allora più grande e ultimo concorrente con produzione in Germania Wetzotherm. Beurer diventa l'unico produttore di prodotti di riscaldamento per il benessere in Germania

2001

Beurer è produttore leader in Europa di apparecchi elettrici per salute e benessere.

2002

Beurer introduce un nuovo prodotto nell'assortimento: le bilance! Bernhard Beurer muore a Ulm. La società rimane di proprietà della famiglia.

2003

Inizio della produzione completamente automatizzata di coprimaterassi! Marco Bühler entra in azienda come rappresentante della quarta generazione e diventa direttore tecnico nel 2004.

Marco Bühler

2005

Integrazione dell'assortimento "Bellezza" con apparecchi per la manicure, sauna facciale, ecc.

2006

Fondazione di Beurer Far East Ltd., sede di Hong Kong per il controllo qualità e la gestione dei fornitori. Partnership e partecipazioni a livello mondiale,
espansione in Europa orientale, Asia e Vicino/Medio Oriente. Introduzione dei cardiofrequenzimetri! Mezza maratona Beurer a Ulm

2007

Introduzione della categoria di prodotti "Medical" e presentazione dei misuratori di glicemia! Beurer nella top 100 delle aziende più innovative del ceto medio tedesco

2008

Cambio di ragione sociale da GmbH & Co. KG a Beurer GmbH

2009

Beurer festeggia il novantesimo anniversario! Beurer è di nuovo nella top 100 delle aziende più innovative del ceto medio tedesco

2015
2011

Cooperazione Udo Walz by Beurer! Con "Udo Walz by Beurer" l'azienda familiare di Ulm realizza un proprio mondi di prodotti per la cura dei capelli all'interno del segmento Beauty e permette di ottenere un look perfetto grazie ai 25 sofisticati prodotti di bellezza.

Udo Walz by beurer

2012

L'azienda è stata premiata come "marchio del secolo" per i termofori da esperti del mondo dei media e dell'economia.

2013

Beurer Connect ha un nuovo cuore pulsante - HealthManager. L'utente ha subito la possibilità di trasmettere i valori misurati tramite tecnologia Bluetooth® e Near Field Communication all'app HealthManager oppure in modo classico via USB al software HealthManager e di valutarli o confrontarli. Allo stesso tempo i dati possono essere sincronizzati tra i sistemi con HealthManager Web. In questo modo Beurer offre una gestione della salute al passo con i tempi!

Beurer HealthManager 2013

2014

Beurer introduce nell'assortimento il sensore di attività AS 80 e associa altri due gruppi di prodotti "Attività" e "Sonno" al sistema di gestione della salute HealthManager.

AS 80 2014

2015

Beurer è di nuovo il marchio del secolo per i termofori. Il riconoscimento è stato assegnato dal rinomato editore Dr. Florian Langenscheidt.
Beurer amplia l'assortimento Connect. Il nuovo mondo delle app di Beurer comprende molti temi legati alla salute, al benessere e alla sicurezza - l'app giusta per tutti.

Die Beurer App Welt

2016

La nuova linea Beurer SleepLine aiuta ad addormentarsi, dormire e svegliarsi meglio. Con le app Beurer FreshRoom, Beurer SleepQuiet e Beurer myIPL la famiglia di app si allarga ulteriormente e segue la tendenza alla digitalizzazione.

Beurer SleepLine

2017

Beurer fa parte delle 100 migliori aziende in termini di crescita e utile elette da Munich Strategy Group in collaborazione con il quotidiano "Die Welt". A tale scopo è stato valutato lo sviluppo di fatturato ed EBIT di 3500 aziende tra il 2011 e il 2015. Aggiudicandoci il 34° posto apparteniamo al migliore 1 percento delle 3500 aziende valutate.

MSG Top 100

 
 
 
Chiudi