Condizioni generali di vendita

§ 1 Informazioni generali, ambito di applicazione

(1) Le presenti Condizioni generali di vendita si applicano per tutti i rapporti commerciali con i nostri clienti (di seguito "il Cliente"). Le Condizioni generali di vendita si applicano esclusivamente se il Cliente è un imprenditore (§ 14 del Codice civile tedesco), una persona giuridica di diritto pubblico oppure un ente di diritto pubblico con patrimonio separato.
(2) Le nostre consegne e i nostri servizi si svolgono esclusivamente nel rispetto delle nostre Condizioni generali di vendita. La validità di diverse Condizioni generali di vendita del Cliente viene qui esplicitamente rifiutata, salvo diversamente confermato per iscritto. Le nostre Condizioni generali di vendita si applicano anche nel caso in cui fossimo a conoscenza di condizioni diverse o contrarie alle nostre Condizioni generali di vendita ed eseguissimo una consegna senza riserve.
(3) Singoli accordi personalizzati concordati con il Cliente (inclusi accordi accessori, integrazioni e modifiche) hanno in ogni caso la precedenza sulle presenti Condizioni generali di vendita. Il contenuto di tali accordi è soggetto a un contratto scritto oppure a una nostra conferma scritta.
(4) Le dichiarazioni e le notifiche giuridicamente rilevanti, inviateci dal Cliente in seguito alla stipula del contratto (ad es. fissazione di termini, notifiche di vizi, dichiarazione di recesso o riduzione del prezzo d'acquisto), necessitano della forma scritta per acquisire validità.

§ 2 Stipula del contratto

(1) Le nostre offerte sono senza impegno e senza vincoli. Questo vale anche nel caso in cui concediamo al Cliente cataloghi, documentazione tecnica (ad es. disegni, progetti, calcoli, preventivi, rimandi a norme DIN), descrizioni dei prodotti o altri documenti, anche in formato elettronico, che rimangono protetti dai nostri diritti di proprietà e d'autore; questi documenti possono essere resi accessibili a terzi previa conferma scritta.
(2) L'ordine della merce da parte del Cliente costituisce una proposta di contratto vincolante. Salvo diversamente specificato nell'ordine, abbiamo il diritto di accettare questa proposta di contratto entro due settimane dalla ricezione.
(3) L'accettazione può avvenire in forma scritta (ad es. tramite conferma d'ordine) oppure mediante la consegna della merce al Cliente.

§ 3 Prezzi e termini di pagamento

(1) Salvo diversamente specificato nella conferma d'ordine, tutti i prezzi si basano sul ritiro di tutte le unità di spedizione, franco fabbrica o deposito di consegna ed esclusa l'IVA prevista per legge.
(2) Il prezzo d'acquisto deve essere corrisposto entro 30 giorni dall'emissione della fattura e dalla consegna o dal ritiro della merce; effettuando il pagamento entro 8 giorni dall'emissione della fattura e dalla consegna o dal ritiro della merce, il Cliente all'interno della Germania ha il diritto di applicare uno sconto del 3% sul prezzo d'acquisto lordo. I pagamenti vengono sempre calcolati a saldo del credito esigibile meno recente.
(3) Allo scadere dei suddetti termini di pagamento il Cliente cade in mora. In caso di mora, il prezzo d'acquisto subisce una maggiorazione di 9 punti percentuali rispetto al tasso d'interesse di base corrente. Ci riserviamo di far valere in qualsiasi momento ulteriori diritti rispetto alla mora, compresi i diritti stabiliti nel § 288 comma 5 del Codice civile tedesco. Ciò non pregiudica il nostro diritto agli interessi di mora commerciali (§ 353 Codice di commercio tedesco) nei confronti dei commercianti.
(4) Per quanto riguarda gli acquisti che prevedono la spedizione, il Cliente si fa carico dei costi di trasporto dal deposito e di un'eventuale assicurazione sul trasporto. Eventuali dazi doganali, tasse e altre imposte pubbliche sono a carico del Cliente.
(5) L'imballo è inserito nei costi di produzione in fattura. Per la Germania, la consegna avviene senza costi di imballo e franco destino nel caso l'importo della singola fattura per consegna superi la somma di € 500. In caso di mancato rispetto delle unità di spedizione, viene calcolata un'indennità di contingenza del 5% sul prezzo di partenza. Non accettiamo la restituzione di imballi di trasporto e altri imballi predisposti secondo le direttive di confezionamento, essi sono di proprietà del Cliente; i pallet costituiscono un'eccezione.
(6) Al Cliente spetta il diritto di compensazione o di ritenzione esclusivamente nel caso in cui tale diritto sia indiscusso o stabilito legalmente. In caso di vizi nella consegna non sono pregiudicati i diritti di reciprocità del Cliente, in particolare secondo il § 5 delle presenti Condizioni generali di vendita.
(7) Qualora in seguito alla stipula del contratto, venissimo a conoscenza del fatto che il nostro diritto al pagamento del prezzo d'acquisto sia a rischio a causa della capacità insufficiente del Cliente (ad es. in caso di una proposta di apertura di una procedura di insolvenza), in base alle disposizioni di legge abbiamo il diritto di rifiutare la prestazione e,  in seguito alla fissazione del termine, di recedere dal contratto. Per i contratti relativi alla produzione di oggetti infungibili (produzioni di singole unità), abbiamo il diritto di recedere immediatamente; ciò non pregiudica le disposizioni di legge relative alla superfluità della fissazione del termine.

§ 4 Termine di consegna e ritardo nella consegna

(1) Il termine di consegna viene concordato individualmente o confermato da noi al momento dell'accettazione dell'ordine. Salvo diversamente concordato, il termine di consegna è di circa tre settimane dopo la stipula del contratto.
(2) Qualora non fossimo in grado, per cause non imputabili a noi, di mantenere i termini di consegna vincolanti (indisponibilità della prestazione), informeremo tempestivamente il Cliente in merito e comunicheremo il nuovo termine di consegna previsto. Nel caso la prestazione non fosse disponibile anche entro il nuovo termine di consegna, abbiamo il diritto di recedere in parte o completamente dal contratto; l'eventuale corrispettivo già fornito da parte del Cliente verrà immediatamente rimborsato. Per indisponibilità della prestazione in tale ambito si intende in particolare la consegna in ritardo dei nostri fornitori, qualora sia stata conclusa un'operazione di copertura congruente, sia che noi o i nostri fornitori siamo da ritenere responsabili sia che non siamo obbligati all'acquisto nel caso particolare.
(3) L'inizio del nostro ritardo nella consegna viene stabilito in base alle disposizioni di legge. In ogni caso è tuttavia necessario un sollecito da parte del Cliente. Nel caso si verifichi un ritardo nella consegna, il Cliente può richiedere il risarcimento forfettario dei danni per il ritardo. Il forfait per i danni è pari allo 0,5% del prezzo netto (valore di consegna) per ogni settimana di calendario conclusa, per un totale al massimo del 5% del valore di consegna della merce consegnata in ritardo. Ci riserviamo di verificare se il Cliente non abbia subito danni oppure abbia subito un danno notevolmente inferiore rispetto al suddetto forfait.
(4) Ciò non pregiudica i diritti del Cliente secondo i § 5 e 6 delle presenti Condizioni generali di vendita e i nostri diritti legali, in particolare nel caso dell'esclusione dell'obbligo di prestazione (ad es. a causa di impossibilità oppure di inesigibilità della prestazione e/o di adempimento successivo).

§ 5 Consegna, trasferimento del rischio, ritiro, ritardo nell'accettazione

(1) La consegna avviene franco deposito, ove sia anche luogo di adempimento. Su richiesta e a carico del Cliente, la merce può essere inviata in un altro luogo di destinazione (acquisto che prevede la spedizione). Salvo diversamente concordato, abbiamo il diritto di decidere autonomamente la modalità di spedizione (in particolare, azienda di trasporti, mezzo di spedizione, imballo).
(2) Il rischio di perdita accidentale o di danni accidentali della merce viene trasferito al Cliente al più tardi con la consegna. Nel caso di un acquisto che prevede la spedizione, il rischio di perdita accidentale o di danni accidentali della merce così come il rischio di ritardo viene già trasferito al momento della consegna della merce allo spedizioniere, al vettore oppure alla persona o all'impresa stabilita per l'esecuzione della spedizione. Nel momento in cui viene concordato un ritiro, questo è determinante per il trasferimento del rischio. Il trasferimento o il ritiro sussistono anche nel caso in cui il Cliente sia in ritardo nell'accettazione.
(3) Il Cliente non può rifiutare la presa in consegna della merce per vizi insignificanti.
(4) Qualora il Cliente sia in ritardo nell'accettazione, si astenga dalla collaborazione oppure la nostra consegna sia in ritardo a causa di altri motivi imputabili al Cliente, abbiamo il diritto di richiedere il risarcimento di eventuali danni che ne derivano, comprese spese aggiuntive.

§ 6 Garanzia

(1) Per i diritti del Cliente relativi a vizi materiali o giuridici (comprese la consegna errata e la consegna in difetto) si applicano le disposizioni di legge, salvo diversamente stabilito di seguito.
(2) Il presupposto per la nostra garanzia per vizi della cosa è soprattutto l'accordo relativo alla natura della merce. Qualora la natura della merce non fosse stata concordata, la presenza di un vizio è da valutare secondo le disposizioni di legge. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per dichiarazioni pubbliche. Non costituiscono un vizio la naturale usura o danni che insorgono dopo il trasferimento del rischio in seguito a un utilizzo errato o negligente, a uno sfruttamento eccessivo oppure a causa di determinati influssi esterni, non previsti dal contratto.
(3) I diritti per i vizi del Cliente presuppongono che il Cliente abbia adempiuto ai propri obblighi di verifica e di reclamo. Qualora al momento della verifica o in seguito venisse riscontrato un vizio, è necessario comunicarcelo immediatamente in forma scritta. Per immediatamente si intende al massimo entro due settimane; per l'osservanza del termine è sufficiente l'invio tempestivo della comunicazione. Indipendentemente da questo obbligo di verifica e reclamo, il Cliente è tenuto a comunicare eventuali vizi evidenti in forma scritta (comprese la consegna errata e la consegna in difetto) entro due settimane dalla consegna; anche in questo caso per l'osservanza del termine è sufficiente l'invio tempestivo della comunicazione. Se il Cliente non provvede alla verifica e/o alla notifica del vizio nella debita forma, la nostra responsabilità per il vizio non comunicato è esclusa.
(4) Se la merce consegnata è difettosa, il Cliente può richiedere come adempimento successivo in primo luogo l'eliminazione del difetto (riparazione), a meno che la consegna di una merce senza difetti (consegna successiva) sia assolutamente necessaria per il Cliente e sia per noi effettuabile a costi ragionevoli. Per l'adempimento successivo ci devono essere concessi condizioni e tempi adeguati. In caso di rifiuto di questa possibilità, siamo dispensati dall'adempimento successivo e da altri diritti per vizi.
(5) Abbiamo il diritto di subordinare l'adempimento successivo dovuto al pagamento del prezzo d'acquisto da parte del Cliente. Il Cliente ha tuttavia il diritto di trattenere una parte del prezzo d'acquisto in proporzione al vizio.
(6) Le spese necessarie per la verifica e l'adempimento successivo, in particolare costi di trasporto, pedaggio, produzione e materiali (esclusi costi di smontaggio e installazione), sono a nostro carico nel caso in cui sussista effettivamente un vizio. Qualora una richiesta di eliminazione del difetto da parte del Cliente sia illegittima, possiamo richiedere al Cliente il rimborso dei costi derivanti.
(7) Qualora l'adempimento successivo fallisse oppure il termine adeguato deciso dall'utente per l'adempimento successivo venisse superato senza successo oppure fosse superfluo in base alle disposizioni di legge, il Cliente può recedere dal contratto oppure ridurre il prezzo d'acquisto. In caso di un vizio insignificante non sussiste alcun diritto di recesso.
(8) I diritti del Cliente al risarcimento danni esistono esclusivamente nella misura indicata nel § 7 e sono altrimenti esclusi.

§ 7 Altre responsabilità

(1) Salvo diversamente specificato nelle presenti Condizioni generali di vendita, incluse le disposizioni seguenti, in caso di violazione degli obblighi contrattuali o extra-contrattuali rispondiamo secondo le disposizioni di legge vigenti.
(2) Per il risarcimento danni rispondiamo, indipendentemente dal motivo giuridico, in caso di dolo e colpa grave. In caso di colpa non grave rispondiamo solo
a) per danni derivanti da lesioni della vita, del corpo o della salute,
b) per danni derivanti da violazioni di un obbligo contrattuale essenziale (obbligo, il cui adempimento è reso in primo luogo possibile dalla corretta attuazione del contratto e nella cui osservanza la parte contraente confida e può confidare regolarmente); in questo caso, la nostra responsabilità è tuttavia limitata al risarcimento del danno tipicamente prevedibile.
(3) Le limitazioni di responsabilità descritte nel comma 2 non valgono nel caso in cui il vizio venga da noi taciuto in mala fede oppure sia stata assunta una garanzia per la natura della merce. Lo stesso vale per i diritti del Cliente secondo la legge sulla responsabilità del produttore.
(4) A fronte della violazione di un obbligo che non produce un vizio, il Cliente può recedere o risolvere il contratto solo nel caso in cui la violazione dell'obbligo fosse a noi imputabile. Un libero diritto di risoluzione da parte del Cliente è escluso.

§ 8 Riserva di proprietà

(1) Ci riserviamo il diritto di proprietà sulla merce venduta fino al completo pagamento di tutti i nostri crediti presenti e futuri derivanti dal contratto d'acquisto e dal rapporto commerciale in essere (crediti garantiti).
(2) Prima del completo pagamento dei crediti garantiti, la merce soggetta alla riserva di proprietà può essere costituita in pegno oppure ceduta in garanzia a terze parti. Il Cliente è tenuto a comunicarci immediatamente per iscritto quando e in quale misura terze parti hanno accesso alla merce di nostra proprietà.
(3) In caso di comportamento contrario ai termini del contratto da parte del Cliente, in particolare in caso di mancato pagamento del prezzo d'acquisto dovuto, secondo le disposizioni di legge abbiamo il diritto di recedere dal contratto e di richiedere la restituzione della merce sulla base della riserva di proprietà e del recesso. In caso di mancato pagamento del prezzo d'acquisto dovuto da parte del Cliente, possiamo far valere questi diritti solo se in precedenza abbiamo fissato con il Cliente un termine adeguato per il pagamento che non è stato rispettato oppure se una tale fissazione di termine è superflua secondo le disposizioni di legge.
(4) Il Cliente è autorizzato a cedere e/o elaborare ulteriormente la merce soggetta alla riserva di proprietà nel quadro della propria normale attività. In tal caso, si applicano a integrazione le seguenti disposizioni.
(a) La riserva di proprietà si estende ai prodotti realizzati tramite elaborazione, unione o combinazione della nostra merce per il loro pieno valore; nel qual caso risultiamo essere i produttori di tali prodotti. Qualora nell'ambito di una elaborazione, un'unione o una combinazione di merci di terzi permanga il diritto di proprietà di terzi, acquisiamo la comproprietà in rapporto ai valori fatturati delle merci elaborate, unite o combinate. Inoltre, per il prodotto risultante si applicano le stesse disposizioni valide per la merce consegnata soggetta a riserva di proprietà.
(b) Il Cliente cede sin da ora come garanzia i crediti nei confronti di terzi, derivanti dalla rivendita della merce o del prodotto, in toto o nella misura prevista per la nostra quota di comproprietà nel suddetto comma. Accettiamo questa cessione. Gli obblighi del Cliente citati al comma 2 si applicano anche in relazione ai crediti ceduti.
(c) Oltre a noi anche il Cliente rimane autorizzato al recupero del credito. Ci impegniamo a non recuperare il credito a condizione che il Cliente adempia ai propri obblighi di pagamento nei nostri confronti, non sia in ritardo con i pagamenti, non venga proposta l'apertura di una procedura di insolvenza e non sussista alcun altro vizio della sua capacità. In tal caso, possiamo richiedere al Cliente di comunicarci i crediti ceduti e i relativi debitori, creare tutte le indicazioni necessarie per il recupero, consegnare la relativa documentazione e comunicare la cessione ai debitori (terzi).
(d) Se il valore realizzabile delle garanzie supera i nostri crediti di oltre il 10%, su richiesta del Cliente svincoleremo le garanzie a nostra discrezione.

§ 9 Prescrizione

(1) Diversamente da quanto stabilito dal § 438 comma 1 n. 3 del Codice civile tedesco, il termine di prescrizione generale per i diritti relativi a vizi materiali e giuridici è di un anno dalla consegna. Se viene concordato un ritiro, la prescrizione ha inizio con il ritiro.
(2) Ciò non pregiudica le disposizioni di legge speciali per i diritti di rivendicazione della cosa di terzi (§ 438 comma 1 n. 1 del Codice civile tedesco), in caso di dolo (§ 438 comma 3 del Codice civile tedesco) e per i diritti di regresso nei confronti del fornitore in caso di consegna finale a un consumatore (§ 479 del Codice civile tedesco).
(3) I suddetti termini di prescrizione del diritto d'acquisto si applicano anche ai diritti di risarcimento danni contrattuali ed extra-contrattuali del Cliente, che si basano su un vizio della merce, a meno che l'applicazione della regolare prescrizione prevista per legge (§§ 195, 199 del Codice civile tedesco) non comporti una prescrizione più breve. Ciò non pregiudica in ogni caso i termini di prescrizione della legge sulla responsabilità del produttore. Per il resto, per i diritti di risarcimento danni del Cliente valgono esclusivamente i termini di prescrizione previsti per legge.

§ 10 Legge applicabile e foro competente

Tutti i rapporti giuridici sono disciplinati esclusivamente dal diritto tedesco. La Convenzione sulla vendita internazionale di beni non è applicabile. Se il Cliente è Vollkaufmann (imprenditore tenuto a osservare tutte le norme del diritto commerciale) o una persona giuridica di diritto pubblico, il foro competente è la nostra sede sociale; tuttavia, abbiamo il diritto di citare in giudizio il Cliente anche nel proprio luogo di residenza.

Ulm, 2014
 
 
 
Chiudi